Archive

Archive for the ‘Voip’ Category

VoIP – debug e troubleshooting traffico SIP con ngrep

June 6th, 2013 No comments

http://ithelpblog.com/wp-content/uploads/2013/01/SIP1.pngCon questo articolo tecnico ritorniamo ad occuparci di VoIP e in particolare del troubleshooting del traffico SIP.

Il comando essenziale che dobbiamo utilizzare è “ngrep”.  Per installarlo su una macchian Ubuntu basta scrivere sul terminale

apt-get install ngrep

Vediamo ora la modalità di utilizzo direttamente con alcuni esempi:

Sniffare tutto il traffico SIP:

ngrep -qt -W byline port 5060
# ngrep -qt -W byline port 5060
interface: eth0 (192.168.0.0/255.255.255.0)
filter: (ip or ip6) and ( port 5060 )T 2013/04/27 05:59:09.541776 192.168.0.200:52018 -> 192.168.0.114:5060 [A]……T 2013/04/27 05:59:09.541837 192.168.0.200:52018 -> 192.168.0.114:5060 [AP]
REGISTER sip:openuctest.com SIP/2.0.
Via: SIP/2.0/TCP 192.168.0.200:36752;branch=z9hG4bK-d8754z-95798a09824c9c00-1—d8754z-;rport.
Max-Forwards: 70.
Contact: <sip:200@192.168.0.200:36752;rinstance=85aa8608b85349aa;transport=TCP>.
To: “200″<sip:200@openuctest.com>.
From: “200″<sip:200@openuctest.com>;tag=745f025a.
Call-ID: N2E0NDg0NTdlYmFmNTY2NjM0NGNmOWNkNDE1YWM0YmE..
CSeq: 1 REGISTER.
Expires: 3600.
Allow: INVITE, ACK, CANCEL, OPTIONS, BYE, REFER, NOTIFY, MESSAGE, SUBSCRIBE, INFO.
Supported: replaces.
User-Agent: Bria Professional release 2.4 stamp 49381.
Content-Length: 0.
.
T 2013/04/27 05:59:10.478656 192.168.0.114:5060 -> 192.168.0.200:52018 [AP]
SIP/2.0 408 Request timeout.
From: “200″<sip:200@openuctest.com>;tag=745f025a.
To: “200″<sip:200@openuctest.com>;tag=VmNa8r.
Call-Id: N2E0NDg0NTdlYmFmNTY2NjM0NGNmOWNkNDE1YWM0YmE..
Cseq: 1 REGISTER.
Via: SIP/2.0/TCP 192.168.0.200:36752;branch=z9hG4bK-d8754z-95798a09824c9c00-1—d8754z-;rport=52018.
Server: sipXecs/4.6.0 sipXecs/sipXproxy (Linux).
Content-Length: 0.
.T 2013/04/27 05:59:10.678860 192.168.0.200:52018 -> 192.168.0.114:5060 [A]
……

Sniffare e filtrare sull’indirizzo IP 192.168.0.200

ngrep -qt 192.168.0.200 -W byline port 5060

Sniffare e filtrare sull’utente “pippo”

ngrep -qt pippo -W byline port 5060

Sniffare e filtrare solo i pacchetti SIP con il metodo INVITE

ngrep -W byline -d eth0 INVITE

(articolo originale: http://ithelpblog.com/voice/troubleshooting-and-debug-voip-sip-by-ngrep-command/)

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

INum (+883): chiamate tramite Google Voice in Gmail

March 8th, 2012 4 comments

Con il nostro account gmail è possibile utilizzare il servizio Google Voice che per chiamare i numeri fissi e mobili in Italia e all’estero. Non è però ancora possibile chiamare direttamente la numerazione nomadica internazionale di iNum (quelli con prefisso +883).

Google però nello scorso dicembre ha esteso per tutto il 2012 la possibilità di chiamare gratuitamente le numerazioni fisse degli Stati Uniti e del Canada. Questo ci permette quindi di usare una dei tanti numeri dei gateway di accesso di questi due paesi (qui la lista) forniti dalla rete iNum.

Per effettuare una chiamata basta accedere al proprio account gmail, cliccare sulla voce del menu a sinistra chama tel.(bisogna aver installato il plug-in Gmail Voice and Video Chat) e chiamare per esempio il numero di accesso del Canada 403-775-1446. Quando la voce registrata chiederà di inserire il numero dovremo digitare le Read more…

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Categories: Articolo Tecnico, Internet, Voip Tags: ,

Forfone – telefonate gratis verso la rete fissa Italiana

January 9th, 2012 No comments

Ecco un’altra applicazione (per iPhone e Android) che si aggiunge alla lunga lista di applicazioni VoIP per smartphone.

Scaricando il programma  sarà possibile telefonare e inviare messaggi  gratuitamente tra utenti forfone. Tutti i contatti nella tua rubrica telefonica saranno segnalati automaticamente con “forfree non appena anche loro avranno installato l’applicazione. Fino a qui niente di nuovo (vedi Indoona, Viber, Tango e altri). La peculiarità molto interessante sta nel fatto che Forfone regala ogni mese 100 Minuti Gratis verso rete fissa italiana.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Categories: Articolo per tutti, Software, Voip Tags:

Indoona – chiamate gratis fino al 31-12-2011

October 10th, 2011 No comments

Ho già parlato in un precedente articolo di questo nuovo servizio offerto da Tiscali. Voglio solo segnalarvi che fino a fine anno sarà possibile CHIAMARE GRATUITAMENTE TUTTI I NUMERI FISSI NAZIONALI.

Aggiungo anche qualche considerazione personale soprattutto per quanto riguarda l’applicazione per iPhone. Una lacuna che secondo me va superata è il fatto che non è possibile chiamare o chattare con un’altra persona che ha installato indoona sul suo melafonino se l’applicazione non è in background…Fondamentalmente Read more…

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Indoona sostituisce WiPhone (Tiscali)

September 22nd, 2011 No comments

Qualche giorno fa Tiscali ha lanciato Indoona. Dopo la buona esperienza di Wiphone, questa è la nuova scommessa di Soru & Co per la comunicazione digitale integrata: l’applicazione può telefonare, videochiamare e inviare messaggi, e incorporare la rubrica del terminale (Windows, Mac, iPhone, Android) su cui si usa  . E’ curioso sapere che Tiscali ha adottato il nuovo nome per colpa di  Apple, che riteneva “Wiphone” non adatto ;-) . Come già detto in un precedente articolo, con WiPhone , Tiscali aveva introdotto l’utilizzo pratico dei numeri nomadici (quelli con decade 55) fornedno a chiunque si registrasse al servizio un numero gratuito.

Ora wiphone “è morto” e per chi come me ha comprato del credito per telefonare l’unico modo di riaverlo è registrarsi a Indoona con la stessa email con cui ci si è registrati a Wiphone. La bella sorpresa (almeno per ora) sembra essere che per i vecchi utenti Wiphone venga mantenuto gratuitamente il numero nomadico, che invece per i nuovi iscritti ha un costo annuo di 24€.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Google Voice anche in Italia

August 4th, 2011 1 comment

Finalmente da oggi (dopo quasi due anni dall’ uscita negli Stati Uniti) il servizio VoIP di Google è disponibile anche in italia. Accedendo al vostro account Gmail potrete notare un pop-up che vi informa del nuovo servizio:

Fondamentalmente si tratta di una buona alternativa a Skype anche considerando i vari servizi aggiuntivi come quello  di ricevere le telefonate su un unico numero e poi di smistarle ai propri telefoni fissi e cellulare (ancora però non disponibile in Italia).

Le tariffe verso il nostro paese sono quelle indicate in figura:

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Categories: Articolo per tutti, Internet, Voip Tags:

Mobile VoIP: Skype, Viber e Tango

March 31st, 2011 No comments

L’utilizzo degli smart phone è sempre più ampio e nella maggior parte dei casi all’acquisto di uno di questi telefoni si associa un pacchetto di traffico dati su rete 3G. Va da se quindi il fatto che si possono utilizzare questi due elementi per fare chiamate VoIP “gratis” tra smartphone. I client VoIP più usato e conosciuto è sicuramente Skype ma da qualche mese stanno prendendo piede anche Tango e soprattutto Viber.

Skype è stato il primo client VoIP a diffondersi a livello mondiale e a differenza degli altri due appena citati gira anche su PC (Windows, Linux e Mac). Per poterlo utilizzare una volta installato sul nostro dispositivo mobile dobbiamo creare un account e per poter contattare i nostri amici è necessario conoscere il loro username o cercarli nel database si skype (questo presuppone che i nostri amici usino il loro vero nome). Per poter essere contattai dobbiamo necessariamente lanciare l’applicazione e lasciarla in background. Viber e Tango invece sono client molto più giovani. Entrambe utlilzzando come identificativo dell’account il nostro numero di cellulare e questo oltre a velocizzare la configurazione fa si che la nostra rubrica e l’elenco dei contatti Viber (o Tango) coincidono. Altra differenza importante è che  Viber e Tango sono sempre in funzione: per essere contattati quindi non è necessario che siano in funzione .Di seguito un riassunto delle caratteristiche di questi tre programmi:

- SISTEMI OPERATIVI SUPPORATATI: Windows, Linux, Mac OS X, iOS (iPhone/iPad), Android, Symbian

- VIDEOCHIAMATA: Si

- CONNETTIVITA’ PSTN (LINEA TELEFONICA TRADIZIONALE): Si

- MESSAGGISTICA: Si

- SISTEMI OPERATIVI SUPPORATATI: iOS (iPhone/iPad), Android (prossimanmete)

- VIDEOCHIAMATA: No

- CONNETTIVITA’ PSTN (LINEA TELEFONICA TRADIZIONALE): No

- MESSAGGISTICA: Si

- SISTEMI OPERATIVI SUPPORATATI: iOS (iPhone/iPad), Android

- VIDEOCHIAMATA: Si

- CONNETTIVITA’ PSTN (LINEA TELEFONICA TRADIZIONALE): No

- MESSAGGISTICA: No

Quale usare? Direi tutti e tre anche se per qunato mi riguara uso moltissimo Viber che si sta diffondendo sempre di più

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Anche Vodafone e Wind aprono all’interconnessione verso i numeri nomadici

January 12th, 2011 No comments

Ho già paralto in un precedente post di cosa sono e a che servono i numeri nomadici.
Con questo articolo voglio solo segnalare che oltre a Telecom, anche con gli operatori Vodafone e Wind è ora possibile chiamare un numero nomadico (non so se di qualsiasi operatore ma ho testato personalmente che  verso la numerazione 55 di  Tiscali funziona e fonti certe mi dicono  anche con MCLink almeno per le chiamanate da rete TelecomItalia).

Ma quanto costa? Cercando sul sito dell’AGCOM troviamo l’Allegato A alla delibera n. 26/08/CIR in cui c’è scritto:

[...] I prezzi delle chiamate verso numerazione a codice 5 sono stabiliti secondo il modello di terminazione e remunerano i costi della originazione, del trasporto e della terminazione ma escludono ogni tipo di sovrapprezzo. Per le chiamate verso tali numerazioni i prezzi massimi sono pari a quelli delle chiamate verso numerazione geografica, per servizi equivalenti, secondo il piano tariffario sottoscritto dal cliente.

Nel caso che il piano tariffario preveda la distinzione tra chiamate locali e interdistrettuali la soglia suddetta è pari a due volte il prezzo delle chiamate locali.[...]

Sempre nel precedente post sono stati indicati i costi Telecom (sia da linea fissa che da cellulare) che riporto qui di seguito:

Telecom rete fissa: 2,84 €cent/min (in fascia oraria intera) e a 1,62 €cent/min(in fascia oraria ridotta), con un importo alla risposta di 15,73 €cent.

Telecom rete mobile: 40€/cent/min (IVA inclusa) senza scatto alla risposta e tariffata sugli effettivi secondi di conversazione ed è valida per tutti i Clienti Prepagati ed Abbonati con qualsiasi profilo tariffario

Per quanto riguarda Vodafone o Wind sui rispettivi siti non ho trovato nulla e quindi ho contattato il loro servizio clienti. Il 190 di Vodafone mi ha risposto dicendo che il costo di una chiamata verso una numerazione nomadica è equiparato a quello verso una chiamata urbana. Il 155 di Wind invece non è stato in grado di darmi una risposta ma nella peggiore delle ipotesi come da delibera AGCOM il costo non può essere più del doppio rispetto al costo di una chiamata urbana.

Nessun “segnale” da H3G…Infatti chiamando da una sim della Tre verso un numero nomadico abbiamo come risposta “Numero non esistente”.

Se qualcuno ha altre notizie le posti pure nei commenti!

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Bug di Skype su iPhone [Aggiornamento]

November 10th, 2010 No comments

Nitesh Dhanjani ha mostrato su un suo articolo come semplicemente visitando un sito web si può avviare una chiamata skype senza chiederene conferma.
In aprticolare Dhanjani discute le preoccupazioni di sicurzza relative a come uno schema URI viene invocato sull’ iOS dell’iPhone.

Un URI si compone di più parti: uno schema che fornisce informazioni sul protocollo usato (ad esempio, http:, ftp:, mailto:) ed una serie di dati, aggiunti in successione, che dipendono dallo specifico schema.
Sintassi e semantica di queste ultime informazioni sono determinate dalle specifiche dello schema che viene impiegato. Gli schemi degli URI mantenuti dallo IANA sono consultabili facendo riferimento a questa pagina. Alcuni software possono utilizzare e registrare sul sistema altri protocolli utilizzando un proprio schema URI, come ad esempio Skype.

Poniamo il caso, quindi, in cui un utente abbia un iPhone con Skype installato e impostato in modo tale che ci sia il login automatico (o meglio ancora che sia in esecuzione in background). Navigando con Safari su un sito in cui è presente un codice tipo questo:
Read more…

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e

Sicurezza VoIP: come proteggersi con fail2ban

November 5th, 2010 No comments

Negli ultimi due/tre anni sono aumentati vertiginosamente gli attacchi verso i centralini VoIP. Il tipo di attacco più frequente è quello di eseguire uno scanning della rete per trovare i server in ascolto sulla porta di segnalazione del protocollo sip (cioè UDP 5060) e provare un l’accesso con valori di utenza e password pseudo casuali fino a trovare la combinazione corretta.

La soluzione principale è quindi quella di utilizzare delle password sicure e magari modificare la porta di ascolto su una non standard.

Per rendere il nostro centralino ancora più sicuro e quindi proteggerlo da attacchi di tipo bruteforce menzionati sopra, possiamo utilizzare fail2ban. La guida che segue è specifica per OpenSIPs e Asterisk

Che cosa è fail2ban?

E’ un applicativo che esamina i file di log relativi al servizio che vogliamo proteggere (ssh, http, sip ecc..) e nel caso in cui riscontri più di un determinato numero di tentativi falliti in un certo intervallo di tempo (configurabile)  blocca temporaneamente (tramite iptables)  l’IP che sta tentando l’accesso.

Configurazione base fail2ban

Una volta installato (“sudo apt-get install fail2ban ” su macchine Ubuntu e Debian) troviamo i file di configurazione sotto la cartella /etc/fail2ban.

In particolare nel file /etc/fail2ban/jail.local sono presenti le regole di ban per i diversi servizi. Ciascuna regola è identificata dal nome tra parentesi quadre. Read more…

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con e